Festival del Pane di Prato

Presentazione del Festival del Pane di Prato

Festival del Pane di Prato
7  8  9 giugno 2013

Presentazione del Festival del Pane di Prato

I fornaiLa città di Prato celebra l’antichissima arte del pane e la tradizionale Bozza con un evento unico che fa incontrare gusto e tradizione: la prima edizione del Festival del Pane di Prato. Dal 7 al 9 giugno le piazze del centro storico si trasformeranno in luoghi dei sapori con forni a cielo aperto e profumi di pane e bozza appena sfornati dalle mani sapienti dei maestri panificatori.
Un programma ricco di eventi animerà la tre giorni promossa dal Comune di Prato e le associazioni di categoria, dedicata all’alimento principe della tavola che unisce tutte le culture, con tanti appuntamenti da non perdere.
Nell’anteprima di venerdì sera, come Pollicino nella celebre fiaba di Charles Perrault seguiremo virtuali molliche di pane che da tutti gli angoli della città condurranno in Piazza Duomo dove alcuni fornai presenteranno e celebreranno la Bozza Pratese, a fianco di farine da grani antichi, le cui spighe germogliano nel Podere delle Polline alle Cascine di Tavola. Un’eccellenza dell’arte bianca che si potrà assaggiare e degustare in abbinamento con i prodotti tipici del territorio - e il vino di Carmignano - a cui si affiancheranno pani tipici di alcune tra le etnie maggiormente rappresentate a Prato, da sempre caleidoscopio di multiculturalità.
Nel fine settimana, sabato 8 e domenica 9 giugno si potranno scoprire i segreti di come nasce questa eccellenza partendo dalla macinazione del grano che diventa farina, con visite esperienziali a due molini del territorio o attraverso la partecipazione a una lezione di panificazione con un mastro fornaio. Ma soprattutto si potrà approfittare dell’occasione unica di scoprire come il pane da sempre rappresenta un simbolo per questa città, riprodotto in pitture storiche come ad esempio la Salomè Danzante di Filippo Lippi realizzata nel XV secolo e custodita nel Duomo di Prato, con una visita guidata da una storica dell’arte.

Il tutto, circondato da una atmosfera di grande festa che animerà la città con mercatini di artigianato di qualità, intrattenimenti per bambini, animazione di strada, giocolieri, talent show, street band, eventi nei locali e la prima Notte Bianca di Prato in programma sabato 8 giugno per le strade del centro, durante la quale rimarrà aperto in via straordinaria il Museo Civico di Palazzo Pretorio con la mostra “L’arte di gesso” di Jacques Lipchitz e si potrà assistere ad un grande spettacolo musicale in piazza San Francesco.

In Palazzo Comunale incontro culturale dedicato al mondo “gluteen free” e nello Spazio Mostre di Via Firenzuola esposizioni dedicate ai lavori sul pane realizzati dalle scuole e ad attrezzi agricoli e opere d’arte dedicate al pane.
Tutto questo e molto altro ancora è il Festival del Pane di Prato.

 

bozzaOggi Prato ha una grande occasione che non può e non vuole perdere: realizzare un evento unico nel suo genere per celebrare tutte le eccellenze del territorio e far vivere un momento di grande interesse e visibilità a tutte le attività produttive cittadine. Questa occasione si chiama Festival del Pane di Prato e sarà una grande manifestazione di promozione della città che animerà il centro per tutto il week end del 7, 8 e 9 giugno, partendo dalla valorizzazione della “Bozza” e della sua tradizione secolare portata avanti grazie all’importante lavoro dei fornai, per arrivare anche a tutti gli altri prodotti tipici - da degustare sulla Terrazza Belvedere di Piazza Duomo – le eccellenze artistiche e architettoniche, da osservare per le vie del centro o da visitare nei musei cittadini e tutte le altre importanti componenti vitali del tessuto economico cittadino, come le attività commerciali ed artigianali che potranno partecipare attivamente all’evento con iniziative promozionali e di fidelizzazione.
Al centro di questa grande “festa” per la città, ci sarà dunque la celebrazione, sotto ogni aspetto, della tradizione. Tradizione che si intreccia con l’attualità: l’arte panificatoria, si potrebbe dire, parla una lingua universale che tutti sono in grado di comprendere e in tutto il mondo la parola pane è sinonimo di convivialità ma soprattutto di vita. Prato, che più di ogni altra realtà in Italia si presenta come un caleidoscopio di culture ed etnie diverse, con questo appuntamento vuole creare anche un’importante occasione di integrazione, inserendo tra gli eventi anche degustazioni guidate di pani provenienti dai paesi delle cinque etnie più rappresentative presenti sul territorio.
Perché in quei giorni a Prato sia la festa di tutti, di chi ci vive da sempre e di chi invece, provenendo da lontano, l’ha scelta.

Roberto Caverni,
Assessore alle Attività Produttive del Comune di Prato

  Credits   |   e-mail: [email protected] | telefono 0574 183 5927

- Inizio della pagina -
Il progetto Festival del Pane di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it